Tra le sorprese più belle di questo avvio di stagione nel campionato di Serie B, c'è sicuramente la Virtus Entella. Programmazione, serietà e tanta voglia di lavorare hanno permesso ai liguri di mettersi alle spalle le difficoltà della scorsa stagione e vivere un torneo, quello attuale, da assoluti protagonisti. 

La squadra dove milita il nostro Manuel Di Paola, già faro della Primavera biancoceleste nella scorsa stagione e oggi scommessa vinta di mister Breda che ha puntato forte su uno dei centrocampisti più giovani della cadetteria, ha collezionato finora 12 punti, frutto di tre vittorie, altrettanti pareggi e due sconfitte. Poco più su, a quota 14, c'è il Benevento neo promosso sì, ma intenzionato ad affrontare il campionato senza timori reverenziali di sorta. Per questo il match della nona giornata tra queste due formazioni, entrambe in piena zona play off, può tranquillamente essere definito un “big match”.

Ma sarà anche una sfida quasi inedita. Infatti, c'è solo un precedente tra le due compagini: la gara valida per il secondo turno di Coppa Italia del 16 agosto 2014. A spuntarla, in quell'occasione, furono i liguri che si imposero: fu 2-2 al 90’ e 120’ con qualificazione biancoceleste ai rigori, con lotteria dei tiri dal dischetto che si chiuse sul 6-5 per i padroni di casa. Il rigore decisivo venne firmato da Botta per i liguri e fallito da Melara per i sanniti, che ancor oggi veste la maglia giallorossa.

Per gli amanti dei gol potrebbe esserci da divertirsi visto che si sfideranno il terzo migliore attacco del torneo (quello del Benevento, con 13 gol realizzati da ben nove marcatori diversi: Buzzegoli, Ceravolo, Chibsah, Ciciretti, Falco, Jakimowski, Lucioni, Pajac e Puscas) e il quarto (quello dell'Entella, 12).

Foto: Secolo XIX

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.