Se stessimo parlando di hockey, Simone Greselin avrebbe realizzato il così detto “game winning gol”. Di cosa si tratta? Semplice. Il gol che decide la gara. Non il vantaggio e nemmeno quello che la chiude, di fatto il più importante.

Tornando al di qua dell'oceano, la rete messa a segno nel 3-0 contro il Racing Roma rappresenta sì la svolta del match contro i capitolini, ma soprattutto un ulteriore passo in avanti nella crescita di un ragazzo sulla quale la Giana Erminio ha puntato molto, addirittura da fargli firmare un contratto triennale. Una responsabilità che non l'ha spaventato, anzi: “La società dimostra di voler puntare su di me e di crederci. Cerco sempre di migliorare, ed offrire quelle che sono le mie doti”, ha dichiarato al suo arrivo a Gorgonzola. Parole chiare da parte di un ragazzo dal rendimento unico nella terze serie che anche nella passata stagione, sin dal primo allenamento, è sempre stato aggregato alla squadra, collezionando sei presenze ufficiali, buone per conquistarsi anche la fascia da capitano della Nazionale Under 19 di Lega Pro guidata da Mister Arrigoni. Detto fatto. Nonostante i soli 18 anni, Simone ha già raccolto quattro presenze in campionato più una in Coppa Italia (con un gol) e ora, dopo tanto girovagare per l'Italia da Varese a Roma - con un provino in giallorosso – vuole diventare un punto di riferimento della squadra di mister Albè.

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.