C'è grande entusiasmo in casa Pordenone. I “ramarri” stanno tallonando la capolista Venezia e sognano di festeggiare il sorpasso ai danni della prima del Girone B di Lega Pro al termine di questo weekend.

Il patron del club, Mauro Lovisa, ha commentato così il momento dei suoi: "Rimarremo sempre in corsa. Il Venezia è favorito, non è primo per caso, ma noi siamo lì e saremo la guastafeste. Siamo forti: nessuno pensava potessimo arrivare sino a questo punto, invece siamo nuovamente protagonisti. L’aspetto che più mi soddisfa, oltre alla posizione in classifica, è come siamo arrivati così in alto: convincendo. Non dobbiamo porci alcun limite. In generale non lo si deve mai fare nella vita, figuriamoci ora”.

Insomma, parole forti a pochi giorni dal match con un'altra nobile della terza serie, la Sambenedettese. I marchigiani sono una neo promossa dalla Serie D, ma Matteo Gerbaudo e compagni sanno bene che il nome e la tradizione in questa categoria valgono molto. Come lo motivazioni, che stanno spingendo il giovane centrocampista scuola Juventus a dare il massimo per ritagliarsi un posto nell'undici di partenza.

La sfida, inedita, sarà diretta dal signor Manuel Volpi di Arezzo, assistito da Marco Scatragli di Arezzo ed Andrea Trovatelli di Pistoia.

 

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.