È stato un rientro a grandi livelli quello di Sergio Viotti che aveva messo nel mirino la gara contro il Livorno per riprendersi la maglia da titolare della Giana Erminio.

Al Picchi i suoi hanno conquistato un successo di prestigio che ha commentato così: "Tornavo in campo dopo un mese, ci tenevo a far bene e ad avere e dare certezze, sia per me a livello personale che per la squadra: non era facile dopo un lungo stop, soprattutto poi in un campo non facile come è quello di Livorno, ma alla fine tutto è andato per il meglio, abbiamo disputato una gara per come l’avevamo preparata - riporta TuttoLegaPro -. Siamo stati bravi a soffrire in un momento importante, poi a segnare e mantenere il risultato: però la testa deve già essere all’Olbia. Si lavora tutta una settimana per poi gioire magari solo quei dieci minuti a fine partita, quindi non deve esserci nessun calo di concentrazione”.

Sergio ricorda come sia il gruppo la forza della Giana: “Finora siamo stati bravi a seguire questa linea, siamo un bel collettivo che è cresciuto tanto, e anche domenica i tre punti sono stati meritati. Un plauso va poi alla società, che ha costruito tutto questo. Non ci fa paura nessuno adesso”.

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.