È una sfida dal sapore antico quella in programma domani alle 16.30 tra Reggiana e Sambenedettese.

Il primo dei 22 incroci tra i due club, infatti, risale addirittura alla stagione 1958/59 e terminò in parità per 0-0. Segno X che è il più presente nei tabellini post gara, essendo apparso in 10 occasioni. Sette sono le vittorie dei reggiani, cinque quelle dei rossoblù.

Sfida antica, ma domani non ci sarà spazio per gli amarcord. Conterà - e molto - il risultato. Ai padroni di casa i tre punti servono come l'aria per risalire una classifica che si è fatta inaspettatamente complicata, alla Sambenedettese per continuare il proprio percorso di crescita in una stagione che attualmente vale il sesto posto, in piena zona playoff, a soli quattro punti dalla vetta.

Merito del lavoro di mister Moriero, in piena sintonia con l'ambiente e con uno spogliatoio nel quale un giovane talento come quello di Gabriele Bove può consacrarsi. Non è un caso che al suo primo anno tra i pro, l'ex Juventus abbia già collezionato sei presenze (cinque in campionato e una in Coppa Italia) con un gol all'attivo. 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.