Ha il fascino della prima volta l'incontro in programma domenica 12 novembre (ore 14.30) tra Mestre e Renate. I due club, infatti, non si sono mai sfidati in gare ufficiali, eppure la partita di questo weekend ha un peso specifico notevole per la classifica delle due contendenti. 

Il Renate è - forse - una delle sorprese più positive di un torneo nel quale anche il Mestre sta dicendo la sua. La squadra di Mauro Zironelli occupa un lusinghiero ottavo posto, frutto di quattro vittorie e cinque pareggi in 12 gare ed è attualmente in piena lotta per i playoff. Per essere fin da subito competitivi tra i professionisti, i dirigenti del Mestre hanno puntato su un giusto mix di giocatori giovani e altri più esperti, come Neto Pereira

L'attaccante brasiliano è giocatore che in questa categoria fa ancora la differenza, come sottolineato anche dai numeri che nel suo caso mostrano 11 match giocati - di cui nove da titolare - e due gol all'attivo (il bottino in carriera sale così a 162), l'ultimo nel derby col Padova sì perso, ma nel quale Neto ha dato ancora una volta prova di grande professionalità e nel quale ha messo in mostra tutta la sua esperienza e classe.

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.