Un'importante novità regolamentare ha fatto ingresso nel sempre crescente mondo del calcio femminile, ormai prossimo ad entrare nel sistema di trasferimento di giocatori della FIFA, anche noto come Transfer Matching System.

Un passo importante per l'equiparazione del calcio in rosa a quello maschile che avvicina sempre più il movimento femminile a quello maschile. Resterà attiva una differenza: nel calcio femminile, per ora, non sarà inserita l'indennità di formazione, il premio che viene pagato dalla società presso il quale il calciatore viene tesserato, alla o alle società che lo hanno formato (tra i 12 e i 23 anni), al verificarsi di un trasferimento internazionale. 

"La formula attuale applicata al calcio maschile serve da azione deterrente per i giocatori e di conseguenza ostacolerebbe lo sviluppo del calcio femminile - hanno fatto sapere da Zurigo -. Per questo motivo, l’amministrazione della FIFA, in collaborazione con le parti interessate, sta sviluppando uno specifico piano concreto per promuovere e sviluppare il calcio femminile professionistico".

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.