La Lega Serie A e l’Associazione Italiana Calciatori, in collaborazione con WeWorld Onlus, hanno creato la campagna “Un rosso alla violenza” per sensibilizzare il mondo dello sport sull’annosa piaga della violenza sulle donne.

I calciatori e gli arbitri impegnati nella 34ª giornata di Serie A TIM, scenderanno sul terreno di gioco con un segno rosso sul viso, accompagnati all’ingresso in campo da bambine che indosseranno la maglietta dell’iniziativa. A centrocampo sarà, inoltre, esposto uno striscione e sui maxischermi sarà trasmesso lo spot della campagna, per sensibilizzare il pubblico presente sugli spalti e i telespettatori che il cartellino rosso più importante è quello da dare alla violenza sulle donne.

In Italia, la violenza sulle donne e i loro bambini continua ad avere dimensioni davvero allarmanti: 1 su 3 nel corso della sua vita subisce una forma di violenza, spesso dal partner, dall’ex o da un familiare. Nessuno può restare indifferente di fronte a questi numeri e per questo i campi di calcio di Serie A si coloreranno di rosso grazie al segno sul viso di ogni atleta che richiama il cartellino rosso ed esorcizzare insieme a tutte le donne vittime di violenza la paura che vivono ogni giorno.

Tra i tanti testimonial dell'iniziativa c'è anche il capitano dell'Hellas Verona, Romulo, che ha voluto fare sentire la sua vicinanza postando sui propri profili social un'immagine con la compagna e un messaggio chiaro: "No alla violenza sulle donne".

 

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.