Gabriele Bove da una parte contro la coppia composta da Vincenzo Ferrara e Francesco Grandolfo dall'altra: si traduce così, per noi di Studio Assist & Partners, il match di domani tra Sambenedettese e Virtus Verona.

Le due formazioni hanno in comune i colori sociali (il rosso e il blu), ma stanno attraversando momenti agli antipodi e hanno classifiche diverse, tutti aspetti che non fanno altro che aumentare l'interesse sulla gara.

La Sambenedettese vuole confermare un posto nei prossimi playoff e per farlo deve ritrovare una vittoria che manca da cinque turni. La Virtus, invece, è in serie positiva da cinque gare e tre successi consecutivi hanno proiettato la squadra veronese a un passo dalla salvezza diretta, quindi una serie di combinazioni di risultati favorevoli potrebbe essere decisiva. L'unico precedente tra le due società risale alla gara di andata e in quell'occasione la spuntarono i marchigiani per 2-1, con Grandolfo a segno per i veronesi. Insomma, gli intrecci si moltiplicano, così come i motivi per seguire la sfida. 

A dirigere l'incontro, che inizierà domenica 31 marzo, alle ore 16:30, sarà Ilario Guida della sezione di Salerno, mentre i suoi assistenti saranno il signor Giuseppe Pellino della sezione di Frattamaggiore e il signor Fabio Mattia Festa della sezione di Avellino.

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.