Chissà cosa sarà passato nella mente di Simone Greselin, nel corso dello scorso campionato, alla sua “prima volta” tra i grandi. Tanta emozione, sicuramente, ma anche la consapevolezza che il lavoro e le naturali doti tecniche l'hanno portato a guadagnarsi tutto quello che la sua (ancora breve) carriera gli sta dando.

Simone ha sì talento, ma anche carattere e con questo è riuscito o conquistare sei presenze ufficiali (di cui una da titolare, nel corso della passata stagione) con la maglia della Giana Erminio, che lo ha tesserato dopo il fallimento del Varese, dimostrando di puntare forte su di lui nonostante la giovanissima età.

Sei presenze che hanno spinto la società di Gorgonzola a proporgli il primo contratto addirittura fino al 2019, una rarità nella categoria. Ah, dimenticavamo, Simone non è un navigato centrocampista, ma un ragazzo del 1998. Freschezza e determinazione, tecnica e grinta, che gli sono valsi anche la fascia da capitano nell'Under19 del CT Arrigoni.

Questo è il passato. Il presente è la conferma nelle fila della Giana, sempre più intenzionata a valorizzare i propri giovani. Greselin non sta tradendo le aspettative e in questo avvio di stagione si sta togliendo delle belle soddisfazioni. Il primo gol tra i professionisti (in Coppa Italia, contro il Renate) e domenica scorsa una maglia da titolare a Siena, su un campo più che difficile. Risultato finale: 2-1 per la Giana. Il calcio sa raccontare anche storie belle come queste.

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.