Il 2019 è stato un anno da incorniciare per Elena Linari che ha saputo mettersi in mostra tanto con la maglia dell'Atletico Madrid quanto con quella della Nazionale femminile. In bacheca ha messo il titolo spagnolo, ma nei nostri occhi c'è ancora quanto di buono fatto con le Azzurre durante il Mondiale di Francia.

Elena si è raccontata in una bella intervista al sito della Fifa, tra passato, presente e futuro: "Il 2019 è stato uno degli anni migliori della mia vita. Le persone si stanno appassionando al calcio femminile - ha detto -. Ci seguono in TV e sui social network, stanno arrivando nuovi sponsor: è qualcosa di impensabile solo fino a pochi anni fa. Inoltre, molte giovani ragazze chiedono di essere inserite nelle scuole calcio di club come la Juventus, l'Inter e il Milan. I Mondiali ci hanno dato molto slancio".

Inevitabile parlare anche di Nazionale: "Dopo la gara con l'Australia abbiamo pensato che avremmo potuto fare qualcosa di importante in Francia, che quella poteva essere la nostra Coppa del Mondo". Elena è tra i perni della squadra azzurra anche grazie all'esperienza maturata fuori dai confini nazionali: "Lasciare l'Italia mi ha 'costretta' a diventare più professionale. La Elena che giocava in Italia doveva cambiare, maturare nell'atteggiamento in campo e fuori. Venire all'Atletico è stato importante e spero di vincere molti trofei qui".

L'avvicinarsi della fine dell'anno è il momento per focalizzare l'attenzione sugli obiettivi per il prossimo: "Come dicevo prima, voglio fare bene in Spagna, centrare la qualificazione ai prossimi Europei con la Nazionale, giocare bene e godere di buona salute perché, come dice mia nonna, è la cosa più importante!".

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.