Gennaio è un momento particolare: il mercato si mischia in maniera importante alle questioni di campo, con tante squadre in cerca del “colpo” e con diversi giocatori in cerca di collocazione; col rischio, per entrambe le parti, di perdere il focus sul presente. Di questo e molto altro abbiamo parlato col nostro Direttore dell’area tecnica, Fabrizio Di Bella.

Fabrizio, quali sono i rischi che deve evitare un giocatore in questo momento?

“Con tante partite di mezzo, i giocatori potrebbero non rendere come sanno.  Infatti, sono dell’idea di separare il momento del mercato e quello del calcio giocato”.

Sono molte le società attive. Qual è il modo migliore per muoversi sul mercato?

“Quello di gennaio è un mercato difficile, purtroppo non si riesce a programmare con tranquillità, ma piuttosto si deve essere sicuri di andare a scegliere il giocatore o i giocatori giusti che però, se sono in uscita, non hanno reso secondo le attese. Chi ha investito bene a luglio, a gennaio deve solo puntellare la rosa”.

Ci dica una squadra per campionato professionistico italiano che l’ha sorpresa.

“In Serie A dico la Lazio che ha un ruolino di marcia incredibile. Stesso discorso per il Benevento in Serie B, mentre in Serie C direi il Renate di mister Diana che sta stupendo tutti facendo qualcosa di eccezionale con dei mezzi limitati”.

In Lega Pro i valori sono delineati o possiamo aspettarci delle sorprese?

“Nel Girone A e C ci sono poche speranze che qualcuno possa rientrare nella lotta per la promozione diretta, mentre nel B vedo avvantaggiato il Vicenza, ma le altre comunque non mollano. Per quanto riguarda playoff e salvezza, invece, sono ancora tutti in corsa”.

Cosa si sente di dire ai nostri ragazzi per questa seconda parte di stagione?

“Ai nostri ragazzi non posso dire altro se non di lavorare al massimo giorno dopo giorno. Quanto accade la domenica è il risultato di quello che si fa in settimana. L’atteggiamento deve essere sempre quello giusto e si deve avere sempre voglia di migliorarsi: così facendo potranno ambire a qualcosa di importante”.

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.