L'emergenza coronavirus ha costretto il mondo dello sport a uno stop forzato e per le società è il momento in cui riorganizzare una stagione su cui pende ancora un punto di domanda. Per analizzare la situazione Alessandro Orlandi, fondatore di Studio Assist & Partners, è intervenuto ai microfoni di TuttoC.com.

"Fortunatamente i nostri assistiti stanno tutti bene, sono estremamente attenti a seguire gli obblighi nazionali e si stanno allenando a casa ogni giorno per mantenere una buona condizione fisica - ha dichiarato -. È normale che siano tutti curiosi sull’eventuale ripresa dei campionati, hanno tutti una gran voglia di tornare in campo, ma prima viene la salute ovviamente".

La terza serie si è allineata in maniera molto rapida ai dettami del Governo per sospendere il campionato. Non c'era altra soluzione? 

"Purtroppo era inevitabile, forse si potevano anticipare anche leggermente i tempi. Ripeto, prima viene la salute e il ritorno alla normalità di tutti, dopo penseremo al campo. E forse torneremo anche a goderci di più la vera fortuna che abbiamo, quella di far parte del mondo dello sport, visti i grandissimi sacrifici e dolori recenti di altri settori come quello medico-ospedaliero ad esempio. Il nostro pensiero principale va a loro e alle famiglie delle vittime”.

Clicca qui per leggere l'intervista integrale.

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.