Dalle ore 14 di martedì 7 aprile, il sito web di Sport e Salute ha attivato la procedura per consentire ai collaboratori sportivi di richiedere il contributo di 600 euro per il mese di marzo 2020, come previsto con il Decreto Cura Italia varato dal Governo. Un piccolo aiuto per chi, a causa dell’emergenza coronavirus, ha perso o ha visto ridursi drasticamente il proprio lavoro nell’ambito dello sport. La normativa, però, non è apparsa così chiara. Alessandro Orlandi, fondatore di Studio Assist & Partners, ha chiarito i punti chiave ai microfoni di Tuttomercatoweb.

Nel tardo pomeriggio di martedì 7 aprile, si è tenuta in call conference una nuova riunione del tavolo permanente sull’emergenza Covid-19 tra Lega Pro, AIC e AIAC. Dalla riunione è emersa la chiara consapevolezza di tutte le parti dell’aggravarsi dello situazione economico-finanziaria che lo stato d’emergenza sta comportando. In particolare si è riflettuto sulla specificità delle problematiche sanitarie, economiche e gestionali che il mondo Serie C sarà costretto ad affrontare.

L'intero sistema calcistico italiano è in attesa di capire se e quando si tornerà a giocare. Se la Uefa ha già fissato delle date di massima (con chiusura delle ostilità non oltre il 3 agosto), la situazione appare più nebulosa nei campionati giovanili e dilettantistici. Per capirne di più, abbiamo intervistato il nostro Direttore Ricerca & Sviluppo, Davide Tessaro.

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.