C'è anche la firma di Andrea Sbraga sull'incredibile rimonta del Siena che, nel giro di poche partite, è riuscito a colmare il gap che lo divideva dal Livorno. I bianconeri ora sono al primo posto della classifica del Girone A di Serie C e poter guardare tutti dall'altro (anche se con una gara in più) rappresenta un'ulteriore spinta a proseguire su questa strada. 

"Siamo primi grazie al lavoro che portiamo avanti da luglio, ai sacrifici, al sudore, all’unità del gruppo - ha detto Sbraga a La Nazione -. Fin dall’inizio siamo andati avanti con umiltà, ragionando di partita in partita. A gennaio nessuno avrebbe immaginato che saremmo riusciti a recuperare 12 punti al Livorno. Ma siamo riusciti in questa impresa quasi impossibile e ce la giocheremo fino alla fine: dobbiamo continuare a crederci".

La priorità è pensare solo a se stessi "Quello che fa il Livorno non ci deve riguardare: quando ci è capitato di guardare gli altri abbiamo sempre accusato dei cali mentali. Dobbiamo andare avanti per la nostra strada cercando di fare il meglio possibile. Dietro, tra l’altro, abbiamo una delle squadre più forti di tutte, il Pisa, che proverà fino all’ultimo a inserirsi nella corsa".

 

Questo sito utilizza cookie per erogare servizi di qualità. Se non modifichi le impostazioni del browser ne accetti l'utilizzo.